Al Carmine, nel cuore di Genova, davanti a tantissimi giovani, per discutere il futuro della città. Crivello: Università e portualità nodo dello sviluppo di Genova e occupazione per i giovani.

Dibattito con i giovani, Crivello: “Patto tra Comune e Università per migliorare l’accoglienza e far crescere le eccellenze sul nostro territorio”.

Incontrato con la delegazione ligure dell’Associazione Donne Imprenditrici e Dirigenti d’Azienda, presso le Terrazze del Ducale. Un invito a cui Gianni Crivello non poteva rinunciare per diversi motivi tra i quali, certamente, quello di riconoscere l’importante ruolo delle donne nelle imprese genovesi. Il Comune non ha molti strumenti per promuovere direttamente occupazione dice il Candidato Sindaco ma, certamente, può impegnarsi perché il lavoro sia un “buon lavoro”, puntando alla qualità dello stesso. In questa direzione come non pensare alle donne che lavorano e alla conciliazione dei tempi lavorativi con il resto. Non solo questo ovviamente ma, anche, ragionamenti di carattere strategico sullo sviluppo della città, sulle opportunità del prossimo futuro già in campo e sulle necessità che oggi dobbiamo affrontare per migliorare ulteriormente la nostra straordinaria città. Per questo le idee uscite oggi in questo confronto saranno oggetto di particolare attenzione da parte mia, non solo in questa campagna elettorale.

Incontro in Compagnia Unica. Un momento importante per la nostra campagna che mette il porto e il lavoro al centro dell’attenzione. Un’occasione di confronto e condivisione con una realtà che rappresenta fonte primaria di flessibilità e qualità del lavoro ed elemento essenziale per garantire a Genova di continuare ad essere tra i primi porti del Mediterraneo.

La centralità del porto e dell’intero sistema di persone e imprese è uno dei punti chiave per il rilancio della città. Le grandi trasformazioni che investono il mondo dello shipping e della logistica impongono una seria riflessione a difesa di un modello organizzativo che deve essere mantenuto e sviluppato garantendo lavoro e crescita per tutti.

Il Comune si impegnerà perché ciò avvenga, consapevole di quello che la città e il suo porto rappresentano per l’economia nazionale e dei territori serviti. La riforma della portualità e dei suoi modelli di governo rappresentano un punto di partenza per accompagnare e costruire un percorso dove è la risorsa umana, adeguatamente formata, specializzata e inserita nel mondo produttivo, che potrà garantire la competitività del nostro sistema portuale .

Copyright@2017 Gianni Crivello Sindaco | Tutti i diritti riservati